Libri di George Martin: curiosità, titoli ed edizioni da scegliere

by • 03/03/2016 • Consigli per gli acquisti, Editoria e Narrativa, News, Racconti, RomanziComments (2)2925

918OkKUHX2L

Libri di George Martin: a parte Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco ce ne sono parecchi, molti dei quali eccellenti. Ecco i titoli e le edizioni migliori!

Ho già spiegato nell’articolo precedente, dedicato espressamente alle migliori edizioni dei libri delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, che adoro George Martin e lo ritengo uno dei migliori autori fantasy di tutti i tempi, uno dei migliori scrittori di narrativa fantastica contemporanea, nonché l’autore di una saga eccezionale, degnamente trasposta in video anche dalla serie tv A Game of Thrones.

Se anche voi vi siete ritrovati appassionati del ciclo dei romanzi e della magistrale serie televisiva, forse vi interesserà scoprire qualcosa in più sull’ambientazione della saga o su altri libri di George Martin, che ha dimostrato il suo talento anche in molte altre storie fantasy, fantascientifiche e horror. Basti pensare che Martin è autore professionista da circa quattro decadi e ha vinto svariati premi Hugo, Nebula, World Fantasy, Bram Stoker e Locus: insomma primeggia da anni in tutti i rami del fantastico.

Quello che vorrei fare ora è proporre una “guida all’acquisto” per i suoi altri libri e ulteriori prodotti collegati, specialmente quelli che si possono trovare in italiano. Ci appoggiamo direttamente, come al solito, ad Amazon.it.

1 – Libri che riguardano Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

libri di George Martin

Il cavaliere dei Sette Regni

Libri di George MartinSe amate i libri di George Martin ambientati a Westeros o nel mondo delle Cronache, l’unico altro libro che riguarda quegli stessi luoghi e personaggi da lui scritto è “Il cavaliere dei Sette Regni“, ovvero la raccolta italiana dei (finora) tre racconti che raccontano le vicende di Ser Duncan l’Alto e del suo fedele scudiero Egg.

I tre racconti sono presentati in ordine e per la prima volta insieme, anche se il primo dei tre si trova anche nella raccolta I Re di Sabbia (vedi oltre):

.

  1. Il cavaliere errante – Una storia dei Sette Regni: pubblicato per la prima volta nel 1998 con il titolo The Hedge Knight all’interno della raccolta Legends.
  2. La spada giurata: pubblicato per la prima volta nel 2003 con il titolo The Sworn Sword all’interno della raccolta Legends vol. 2.
  3. Il cavaliere misterioso: pubblicato per la prima volta nel 2010 come Mystery Knight all’interno della raccolta Warriors.

Il primo dei tre è a mio avviso molto bello, ma tutti sono più che validi e permettono di spaziare un po’ nel mondo delle Cronache all’epoca degli ultimi Targaryen sani di mente. Martin ha dichiarato che le avventure continueranno, e noi le aspettiamo volentieri, ma nel frattempo questo libro è davvero raccomandato:

Il cavaliere dei Sette Regni – Copertina rigida

Il cavaliere dei Sette Regni – Edizione Economica

libri di George MartinIn inglese sono anche uscite le trasposizioni a fumetti dei primi due racconti.

Molto ben disegnate, sono una bella coppia di graphic novel, che vi consiglio se riuscite a seguire i testi in inglese:

The Hedge Knight: The Graphic Novel

The Sworn Sword: The Graphic Novel

 

 

I fumetti delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

libri di George MartinParlando di fumetti, o meglio di graphic novel, ricordo che ci sono anche le serie di uscite dedicate alla saga vera e propria, e cioè A Game of Thrones: The Graphic Novel della Dynamite Entertainment. Siamo già arrivati a 4 volumetti che raccolgono l’equivalente dei primi 4 libri della serie (e delle prime 4 stagioni televisive).

Non si tratta esattamente di libri di George Martin, visto che la sceneggiatura è stata affidata ad altri, ma la storia è quella che già conosciamo!

Consigliati? Non saprei. I disegni sono di buona qualità come quelli delle trasposizioni de Il cavaliere dei Sette Regni, ma in quel caso si trattava di un racconto lungo. Qui si tenta di trasporre in un singolo volumetto (sei albi standard USA) un migliaio di pagine alla volta (in media) e mi sembra che una riduzione del genere sia abbastanza inutile, visto che manca il ritmo e la profondità degli equivalenti testuali e televisivi. Per cui, se la cosa vi incuriosisce e volete dare un’occhiata a questi fumetti, fatelo pure (c’è anche il cofanetto), ma non li considererei esattamente un must:

A Game of Thrones: The Graphic Novel

La Principessa e la Regina

libri di George MartinPochi sanno che tra i libri di George Martin esiste un altro racconto ambientato nel mondo delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, scritto nel 2013 e pubblicato in Italia nel 2015. Si chiama La Principessa e la Regina ed è ambientato circa due secoli prima della storia narrata nella saga.

Alla morte di Re Viserys I Targaryen, la principessa Rhaenyra, sua figlia di primo letto, e la di lui attuale consorte Alicent reclamarono il Trono di Spade. “La prima per sé, la seconda per il figlio, il giovanissimo principe Aegon. Il risultato fu un conflitto terribile, in cui parenti e alleati dovettero decidere con chi schierarsi. Un conflitto di una violenza senza precedenti, che vide contrapporsi fratello e sorella, draghi contro draghi. I Sette Regni di Westeros divennero il teatro di una battaglia tetra e cruenta tra le maestose creature e furono bagnati dal sangue che cadde dal cielo.”

Il racconto è inserito (furbamente) in un’antologia chiamata La Principessa e la Regina… e altre storie di donne pericolose, che comprende diverse altre storie. Curata dallo stesso Martin e dal suo amico e collega Gardner Dozois (con cui Martin ha anche scritto il racconto Fuga Impossibile: vedi sotto) l’antologia originale “Dangerous Women” è comunque validissima nel suo insieme e ha vinto il World Fantasy Award. Solo che in Italia la Mondadori ha diviso in due l’antologia (oh, ma sto vizio non ce lo leviamo mai, eh!?) mettendo il racconto di Martin nella prima parte (questa). Al di là della giusta polemica, questa prima metà dell’antologia ve la consiglio caldamente, ma vi lascio scegliere se averla in Copertina Rigida o Edizione Economica, a seconda del resto della vostra collezione:

La principessa e la regina. E altre storie di donne pericolose – Copertina Rigida

La principessa e la regina. E altre storie di donne pericolose – Edizione Economica

Il Mondo (e Le Terre) del Ghiaccio e del Fuoco

libri di George MartinVeniamo alla sostanza. Se Il cavaliere dei Sette Regni e La Principessa e la Regina sono una bella divagazione in giro per Westeros, qui siamo di fronte a un companion praticamente definitivo su tutto il setting creato da Martin. Questo splendido atlante storico, antropologico e geografico dell’ambientazione rientra inoltre a buon diritto tra i libri di George Martin: nonostante il lavoro principale sia stato svolto da altri (due fan), Martin ci ha messo molto di suo, ha chiarito molti punti e dato il tono generale.

Io sono sempre interessato al worldbuilding e agli approfondimenti nelle opere di fantasia, spesso più che alle mere storie, e per me questo volume è stato una scoperta meravigliosa, utilissima anche per poter giocare di ruolo in questa ambientazione. Inoltre la timeline delle cronache che si trovano in questo libro si conclude prima degli eventi dei romanzi, quindi anche chi teme gli spoiler può sfogliarlo senza problemi.

Oltre ai ricchi contenuti testuali, il volume è inoltre arricchito da immagini e mappe stupende.

20141223_213041

libri di George Martin

Se vi siete appassionati al mondo secondario dove si svolge la saga, questo companion è un acquisto immancabile e si trova anche in italiano:

Il mondo del ghiaccio e del fuoco. La storia ufficiale di Westeros e del trono di spade

libri di George MartinUn gradino sotto al libro precedente, per importanza, per funzione pratica e perché in inglese, è la raccolta delle mappe complete delle Cronache. Le mappe sono bellissime e molte meriterebbero di finire appese nella propria camera delle nerdità. Sono anche utilissime per chi vuole ad esempio giocare di ruolo nel mondo della saga, ma effettivamente, oltre a contemplarle con estasi ci si può fare poco…

Per di più i testi sono in inglese e quindi consiglio questo (bellissimo) map folio solo a giocatori di ruolo e appassionati totali.

The Lands of Ice and Fire: Maps from King’s Landing to Across the Narrow Sea

Altre curiosità e approfondimenti

libri di George MartinFinita la rassegna delle cose importanti, l’elenco delle curiosità continua lungo, ma direi di dargli solo una rapida occhiata.

Ci sono molti libri di illustrazioni e calendari dedicati al mondo delle Cronache, un curioso ma interessante libro delle ricette sui piatti e i manicaretti che appaiono nella storia (come saprete Martin cura molto questo aspetto) e un volumetto tradotto anche in italiano che raccoglie le “perle di saggezza di Tyrion Lannister, probabilmente il personaggio più arguto dei Sette Regni. Consiglio in particolare il secondo libro per amanti della cucina fantasy e medievale (che sappiano l’inglese) e il terzo come regalo non troppo impegnato per un amico nerd appassionato della serie.

Art of Ice and Fire
A Feast of Ice and Fire: The Official Companion CookbookL’arguzia e la saggezza di Tyrion Lannister

libri di george martinBlood of the Dragon, tradotto in italiano come Sangue di Drago, è un estratto dei capitoli che coinvolgono Daenerys Targaryen in A Game of Thrones. A parte la ottima traduzione alternativa (di Annarita Guarnieri), non aggiunge niente ai libri di George Martin delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Come questo estratto, ci sono anche (in inglese) Path of the Dragon e The Arms of the Kraken, altrettanti estratti delle Cronache usciti all’epoca su diverse riviste in inglese, che non aggiungono niente al testo delle Cronache medesime. Non è necessario procurarseli, ma se insistete ecco il libro che contiene Sangue di Drago in italiano:

Sangue di drago, in I premi Hugo 1995-1998.

2 – Gli altri libri di George Martin

libri di george martin

Dreamsong: A RRetrospective

coverLa prima cosa da andarsi a cercare, se si vogliono collezionare e conoscere le storie di questo grandissimo autore, è la raccolta inglese Dreamsong: A RRetrospective, che assomma più di 1200 pagine di racconti, romanzi brevi e sceneggiature. Si tratta in pratica di una (quasi) Opera Omnia dei racconti di George Martin, che ha riscosso grandissimo successo in inglese, tanto da averne anche una versione deluxe, boxed firmata e numerata (che è quella che consiglierei, se non fosse ormai introvabile).

In italiano, l’intera raccolta è stata tradotta di recente, ma spiattellata su sette diverse pubblicazioni, senza contare che Il Drago di Ghiaccio si trova anche a solo (vedi oltre) e Il Cavaliere Errante anche in terna con gli altri racconti della serie Il cavaliere dei Sette Regni (vedi sopra): insomma, un pasticcio!

le-torri-di-cenere_copertinaIn passato, inoltre, alcuni di questi racconti erano apparsi su raccolte varie, in collane Urania e simili, ma il mio consiglio è quello di recuperare queste ultime versioni.

Per una disamina completa dei contenuti di questa raccolta, vi rimando a questo ottimo articolo di Martina Frammartino, che però va aggiornato come segue: “più o meno tutto quello che risulta inedito in italiano in quella lista è finito nel volume I Canti del Sogno 2“, che quindi completa la pubblicazione in italiano di questa raccolta.

Per tanto, oggi in italiano abbiamo la traduzione pressoché completa di Dreamsong, seppure pasticciata, in questi cinque libri:

  • I Re di Sabbia
  • Le Torri di Cenere
  • I Canti del Sogno 1
  • I Canti del Sogno 2
  • Il Viaggio di Tuf

…più due racconti della serie Wild Cards, che sono finiti nelle raccolte Wild Cards (vedi oltre).

il_viaggio_di_tufI cinque libri sono consigliati? Assolutamente sì. Si tratta di una produzione precedente le Cronache davvero eccezionale, e non perché Martin è il geniale scrittore delle Cronache, bensì perché è un grandissimo autore del fantastico in generale!

L’ideale sarebbe ovviamente che un giorno ne uscisse una versione completa e critica, dove tutti i racconti sono accorpati assieme, ma credo che questa fantomatica pubblicazione non arriverà prima del Duemilacredici, quindi per ora dobbiamo prendere i libri per come sono, non per come dovrebbero essere.

Eccoli a voi. La scelta tra versione Kindle, a copertina rigida o a copertina morbida dipende solo dal resto della vostra collezione. Il testo è uguale e non ci sono immagini o contenuti speciali che le differenzino:

Dreamsongs: A RRetrospective- Edizioni inglesi a Copertina rigida ed Economiche

I Re di Sabbia – Copertina Rigida

I Re di Sabbia – Edizione Economica

Le Torri di Cenere – Copertina Rigida

Le Torri di Cenere – Edizione Economica

I Canti del Sogno 1 – Copertina Rigida

I Canti del Sogno 2 – Copertina Rigida

Il Viaggio di Tuf- Edizione Economica

Il Drago di Ghiaccio

drago-di-ghiaccio-libroIl Drago di Ghiaccio è una tra le storielle più brevi, inoffensive e fiabesche tra tutti i libri di George Martin, e si trova anche all’interno de I Re di Sabbia (vedi sopra): se vi interessa la storia fine a se stessa e possedete (com’è giusto che sia) i pezzi dell’antologia di Dreamsong (vedi sempre sopra), allora potete saltare questo acquisto.

Ma

Ma vi perdereste la doppia possibilità di avere un libro stupendamente illustrato, adatto come regalo singolo per un giovane lettore o anche e soprattutto per voi stessi.

E quando dico doppia possibilità intendo dire che ci sono ben due versioni illustrate di questo libro:

libri di George Martin– una con un comparto grafico interamente realizzato da Luis Royo, artista internazionale per cui non sono necessarie presentazioni (qui sopra),

– l’altra con la copertina di Paolo Barbieri e le illustrazioni interne in bianco e nero di Luca Enoch (qui accanto).

Saltiamo a pie’ pari l’Edizione Economica e consideriamo che la traduzione e il testo originale sono uguali per i due libri. Quale dei due prendere?

Io non saprei scegliere. O meglio, ho scelto l’edizione Barbieri-Enoch perché adoro questi due artisti nostrani, ma sono il primo a dire che entrambe le edizioni sono eccellenti. In questo caso rimetto a voi la scelta.

Illustrazione interna, versione Royo

Illustrazione interna, versione Royo

libri di George Martin

Illustrazione interna di Royo

img-thing

Copertina di Paolo Barbieri

Drago 4 web 2

Illustrazione interna di Luca Enoch

Il drago di ghiaccio – Copertina Rigida, Versione Royo

Il drago di ghiaccio – Copertina Rigida, Versione Barbieri-Enoch

Il Pianeta dei Venti

pvHo già parlato in passato de Il Pianeta dei Venti, un libro che raccoglie 5 racconti a firma di George Martin e Lisa Tuttle, pubblicati originariamente nel 1981 con il nome di Windhaven.

Come dicevo anche in quello specifico articolo, ho l’impressione che la maggior parte del lavoro sia stato svolto dalla meno conosciuta collega, piuttosto che da Martin, ma questo non sarebbe un grosso problema. I problemi sono altri (ma, ripeto, leggetevi quella recensione che facciamo prima), ma se non altro la raccolta ha il merito a mio avviso di ambientare le vicende nella nostra realtà primaria (seppure in un pianeta lontano lontano) invece che in un mondo secondario puramente astratto. Non che si tratti di uno dei miei libri preferiti (di Martin o meno), ma comunque è una storiella veloce e scorrevole, che si lascia leggere.

Direi che ricade nella categoria “senza infamia e senza lode” e, se volete dargli una speranza, vi rimando all’Edizione Economica:

Il pianeta dei venti – Edizione Economica

Altri libri in italiano

Paura, eh?

51bzQIC0bBL._SX330_BO1,204,203,200_Nonostante Martin sia asceso agli onori del pubblico con le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco e qualcuno lo conosca per Il pianeta dei venti e Wild Cards, in italia la traduzione delle sue opere comincia negli anni ’70, ad esempio come racconti inseriti in collane diverse o romanzi pubblicati random da varie case editrici.

Il Catalogo Vegetti non è aggiornato alle ultimissime uscite, ma cataloga sistematicamente quelle più vecchie, comprese quelle oggi quasi introvabili. come potete vedere, molte sue opere secondarie sono riunite in Dreamsong e dunque le trovate nelle traduzioni italiane di questa raccolta (vedi sopra). Altre invece sono sfuggite a quella antologia e si trovano sparse in giro.

Ecco cosa si riesce a trovare su Amazon, ma molti altri di questi libriccini e raccolte possono saltare fuori da Ebay o altri siti dedicati:

La luce morente

Commercio di pelle

Il battello del delirio

Armageddon Rag

Fuga impossibile (scritto a sei mani con con Gardner Dozois e Daniel Abraham)

Raccolta Robot 19 o Robot 34 (diversi racconti, vanno bene entrambe)

FTL, in 44 microstorie di fantascienza

Manca ancora qualcosa? Sì… Dopo che avete esaurito Dreamsong e i libri qui sopra, spulciate le bancarelle in cerca di:

Manna dal cielo (RACCONTO LUNGO, Manna from Heaven, 1985)
1986 – TRADUZIONE: Annarita Guarnieri, IN Millemondinverno 1986: 4 Romanzi brevi e 14 Racconti, Millemondi 30, Arnoldo Mondadori Editore

Il collezionista (RACCONTO LUNGO, Second Helpings, 1985)
1988 – TRADUZIONE: Marco Pinna, IN Millemondiestate 1988: 2 Romanzi brevi e 13 Racconti, Millemondi 33, Arnoldo Mondadori Editore

Stella (RACCONTO, Starlady)
1988 – TRADUZIONE: Stefano Carducci, IN [Pioggia di stelle], Nova SF* a. IV (XXII) n. 13 (55), Perseo Libri

Orario di chiusura (RACCONTO, Closing Time, 1982)
1997 – TRADUZIONE: Ugo Malaguti, IN [Dimensioni dimenticate], Nova SF* a. XIII (XXXI) n. 30 (72), Perseo Libri

Credo Spero che sia tutto!

3 – Antologie curate da George Martin

wild-cards-martin-mondadori-586x311

51wYx8iC5rL._SX325_BO1,204,203,200_Siamo arrivati alla fine di questo lungo catalogo dei libri di George Martin e mancano ormai solo due serie interessanti, che mi sento di consigliarvi, o perlomeno di segnalarvi.

La prima è Dangerous Women, l’antologia suddivisa proditoriamente in Italia in due volumi, di cui uno contiene anche il racconto La Principessa e la Regina (vedi sopra), che fa parte del canone delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Se il primo volume dell’antologia comprende un racconto di Martin, considerate che il premio World Fantasy Award ricade anche su questa seconda parte, che quindi merita una lettura nonostante la discutibile operazione commerciale della Mondadori.

E’ comunque validissima narrativa fantastica, turatevi il naso e dategli una speranza:

La ragazza nello specchio e nuove storie di donne pericolose

Arriviamo infine alla serie Wild Cards, una collana  di racconti e romanzi scritti a più mani da importanti esponenti della scena del fantastico USA e UK, compreso Martin medesimo, che è anche l’ideatore e il curatore della serie.

downloadGiunta in USA a circa una ventina di libri, al momento in cui scrivo, in Italia Wild Cards è tradotta dalla Mondadori e racconta di una versione ucronica, fantascientifica e supereroistica del nostro mondo, in cui un virus alieno uccide il 90% delle persone (definito come “estrarre la Regina Nera“), deforma e trasforma in mostri o mutanti un altro 9% (detto “estrarre il Joker“), e conferisce poteri sovrumani all’ultimo 1% (“estrarre l’Asso e divenire una Wild Card oppure ottenere poteri inutili e diventare un Deuce”).

Come spiega perfettamente Wikipedia, “la maggior parte dei libri della serie sono antologie di storie brevi, queste sono generalmente su un tema o evento centrale. Diversi archi narrativi si sviluppano inoltre nel corso dei libri. Alcuni dei volumi usano il formato di romanzo a mosaico, nel quale diverse storie scritte da scrittori diversi vengono composte insieme a formare un romanzo unico. I rimanenti volumi della serie sono romanzi scritti da un singolo autore.

Wild Cards è stato ispirato dai fumetti di supereroi e molti degli autori giocano con le convenzioni di questo medium, alcuni protagonisti sono ispirati a personaggi di fumetti. Molti degli autori originali sono stati inoltre ispirati da una lunga campagna di gioco di ruolo condotta da George R. R. Martin e modellata sui personaggi giocanti da loro interpretati.”

Quello che più mi piace della serie, in comune con altri (pochi) progetti editoriali del passato, come quello del “Mondo dei Ladri” di Lin Carter e i nostrani Due Minuti a Mezzanotte, Risorgimento di Tenebra e Pandemia Gialla, è di essere un universo condiviso dove tanti autori diversi immettono le proprie trame e personaggi e fanno progredire la vicenda.

Ho letto i primi libri e la serie mi piace abbastanza da continuare e da consigliarvela ma sicuramente, anche se vi fosse l’opportunità di scegliere, in Edizione Economica:

La serie Wild Cards

Ce l’ho fatta. Questo allo stato attuale (Marzo 2016) è tutto per quanto riguarda i libri di George Martin. Buona lettura!

Pin It

Related Posts

2 Responses to Libri di George Martin: curiosità, titoli ed edizioni da scegliere

  1. Che bell’articolo! Pieno di informazioni interessanti, anche su un sacco di vecchi titoli… Bello corposo! ^_^
    Volevo segnalarvi un’altra opera di Martin, un piccolo e semisconosciuto capolavoro scritto all’inizio degli anni ’80 e tradotto in Italiano da pochissimo, io ce l’ho edito da Gargoyle: Armageddon Rag. E’ fenomenale, una storia che si potrebbe definire urban fantasy, oppure thriller con elementi fantastici… Ma che è, soprattutto, uno straordinario omaggio alla cultura del rock e del metal e delle contestazioni degli anni ’60 e ’70. Lo consiglio vivamente ad appassionati e non! 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *