I nuovi Fighting Fantasy Salani – Ecco tutto quello che c’è da sapere!

by • 08/02/2018 • Consigli per gli acquisti, Dal LibroGame al Gioco di Ruolo, Editoria e Narrativa, Fighting Fantasy, News, TraduzioniComments (4)1520

La nuova serie Fighting Fantasy Salani sancisce in Italia il ritorno della prima e più longeva serie di librogame. Segreti, indiscrezioni, anticipazioni!

Dopo una fuga di notizie e uno speciale di Librogame’s Land Magazine dedicato all’argomento, vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere sulla novità libroludica dell’anno: i Fighting Fantasy Salani.

Per prima cosa un po’ di storia…

La serie Fighting Fantasy nasce nei primi anni ‘80, da un’idea di Steve Jackson e Ian Livingstone, e raccoglie i primi “librogame” propriamente detti, ovvero i primi libri che uniscono il meccanismo delle scelte a bivi con delle regole di gioco simili a quelle dei giochi di ruolo (ma semplificate). Prevedevano l’uso di due dadi a sei facce, matita e gomma e di una scheda del personaggio che permettesse di gestire poche caratteristiche e un certo equipaggiamento, ma nulla più.

figfan01it

The Warlock of the Firetop Mountain, il primo vero gamebook della storia, venne quindi elaborato nel 1980 e pubblicato nel 1982 dalla Penguin Books. Il titolo arrivò in Italia nel 1984 grazie alla casa editrice Supernova, e fu il primo di una lunga serie di prodotti analoghi, in genere indipendenti ma a volte collegati in miniserie, pubblicati nella collana Fighting Fantasy. La Supernova non proseguì le pubblicazioni, che passarono invece alla più notoria EL, la quale tuttavia non pubblicò mai The Warlock of Firetop Mountain.

Fighting Fantasy e The Warlock of the Firetop Mountain furono una vera ventata nuova nel panorama ludico occidentale. La serie si arricchì subito di numerosi titoli e diede vita a diverse serie parallele, spin off, traduzioni ed edizioni varie, ristampe, collane, collezioni e collezionismi. Era accaduto di nuovo quello che si era riscontrato qualche anno prima con Dungeons&Dragons e il Role-playing Game: un nuovo settore ludico era nato, presto capace di raggiungere una dignità tutta sua e di crearsi un fenomeno che se non è stato certamente di massa, ha interessato una nicchia corposa di scrittori, sviluppatori, disegnatori, case editrici e soprattutto lettori/giocatori.

Giunta nel 1995 a circa 60 volumi, la serie ebbe un periodo di rallentamento che sancisce oggi il limite del fenomeno nella sua massima espressione. Con Fighting Fantasy, le cui singole uscite vennero tradotte anche in quindici lingue ed esportate in decine di paesi, si ha quindi di fatto l’inizio e la fine cronologiche di questa produzione editoriale nella sua fase più compiuta.

Numerose le ristampe della serie, suddivise finora su quattro edizioni diverse (Puffin 1982, Wizard 2002 e 2009, Scholastic 2017) per le quali Lo stregone della montagna infuocata costituisce sempre il primo numero della collana.

L’attuale edizione inglese è dunque quella Scholastic, iniziata ad Agosto 2017 con i primi tre titoli e tuttora in corso. E’ questa la versione che adesso la casa editrice di Harry Potter sta per portare anche in Italia. Con l’annuncio di Librogame’s Land, partner dell’iniziativa, i Fighting Fantasy Salani sono ufficialmente una realtà!

Veniamo a noi…

Fighting Fantasy Salani – Tutto quello che c’è da sapere

I nuovi Fighting Fantasy Salani saranno pubblicati a partire da Maggio 2018 da Salani Editore con il marchio Magazzini Salani (il reparto esperimenti collaterali della celebre casa editrice per ragazzi), e distribuiti in tutte le librerie italiane, oltre che sui negozi online. Su Amazon.it i primi quattro volumi sono ad esempio già disponibili per il preordine, al prezzo minimo garantito.

L’edizione è esattamente quella Scholastic inglese, nelle copertine, nelle illustrazioni interne e nel formato: si parla di brossurati di 14.2 x 20.5 cm x circa 1,5 cm ciascuno, con illustrazioni interne in bianco e nero rifatte appositamente rispetto a quelle classiche, e uno stile non certo deluxe, quanto piuttosto “bargain” come la serie originale Puffin e la Wizard 2002. Le illustrazioni interne sono di Vlado Krizan, le copertine di Robert M. Ball e le mappe di Leo Hartas.

Sappiate anche che la Scholastic e la Salani li hanno indicizzati come “Children Books”, oppure per una fascia di età 9-12 anni, e fatevi due conti su quanto siamo vecchi. 😀

Le traduzioni italiane sono affidate a vari autori. Alcune di esse a Efrem Orizzonte, storico appassionato, collezionista ed esperto della serie, che trovate su Librogame’s Land come EGO (per esempio Lo stregone della montagna infuocata e La Rocca del Male); altre riprenderanno – modificandola – la versione EL (per esempio la versione di Saulo Bianco di La Foresta Maledetta), altre ancora saranno affidate ad alcune “celebrità” del mondo nerd (come Il Porto della Morte, tradotto da Alessandro Apreda, il Dott. Manhattan dell’omonimo blog).

In ogni caso, tutti i volumi passeranno una speciale revisione volta a uniformare ogni sorta di dettaglio tecnico, toponimo, termine di gioco e altro elemento comune a tutti i libri della collana, a un livello di attenzione raramente uguagliato finora in Italia. Queste revisione sono affidate ad altri due esperti della collana, ovvero Mauro Longo (lo scrivente) e Francesco Di Lazzaro “il Padrino dei Librogame”, ovvero il fondatore del portale Librogame’s Land.

Le versioni italiane correggeranno inoltre tutti gli errori e i refusi, i problemi regolistici e i rimandi sbagliati delle versioni inglesi, seguendo tutti i più aggiornati elenchi di errata ufficiali della collana.

Le pubblicazioni Scholastic finora sono state le seguenti:

  1. The Warlock of Firetop Mountain, Steve Jackson & Ian Livingstone, 03-Aug-2017 (#1 della serie originale e di quelle Wizard)
  2. City of Thieves, Ian Livingstone, 03-Aug-2017 (#5 della serie originale, #5 della serie Wizard 2002 e #6 della serie Wizard 2009)
  3. The Citadel of Chaos, Steve Jackson, 03-Aug-2017 (#2 della serie originale e di quelle Wizard)
  4. The Forest of Doom, Ian Livingstone, 07-Sep-2017 (#3 della serie originale, #8 della serie Wizard 2002 e #13 della serie Wizard 2009)
  5. House of Hell, Steve Jackson, 07-Sep-2017 (#10 della serie originale, #7 della serie Wizard 2002 e #9 della serie Wizard 2009)
  6. The Port of Peril, Ian Livingstone, 07-Sep-2017 (Inedito)

Tutti questi titoli sono già in lavorazione per la Salani, ma in ordine leggermente modificato:

  1. Lo Stregone della Montagna Infuocata (unico librogame della Edizione Supernova, mai pubblicato nella collana Dimensione Avventura della EL, titolo immutato)
  2. La Rocca del Male (#1 della collana Dimensione Avventura della EL, titolo immutato)
  3. La Foresta Maledetta (#2 della collana Dimensione Avventura della EL, titolo immutato)
  4. Il Porto della Morte (Inedito)

Questi primi quattro librogame sono previsti per Maggio-Giugno 2018, seguiti a breve giro dalle traduzioni degli altri due già pubblicati in inglese: La Casa Infernale (#7 della collana Dimensione Avventura della EL, titolo provvisorio) e La Città dei Ladri (mai tradotto nella collana Dimensione Avventura della EL, titolo provvisorio).

Dopo questi primi sei titoli, la collana Fighting Fantasy Scholastic prevede, in ordine sparso e con previsione di uscita ad Aprile 2018:

Deathtrap Dungeon, Ian Livingstone (#6 della serie originale, #3 di entrambe le serie Wizard)
Island of the Lizard King, Ian Livingstone (#7 della serie originale e #17 della serie Wizard 2002)
Appointment with F.E.A.R., Steve Jackson (#17 della serie originale, #18 della serie Wizard 2002 e #16 della serie Wizard 2009)
Creature of Havoc, Steve Jackson (#24 della serie originale, #4 della serie Wizard 2002 e #5 della serie Wizard 2009 – attualmente l’ultimo librogame scritto da Steve Jackson e forse quello più complesso, intricato e difficile)
The Shamutanti Hills, Steve Jackson (#1 della serie spin-off Sorcery originale e #9 della serie Wizard 2002 – Sorcery, in italiano Sortilegio, è una collana costituita da altri tre librogame e anche questa nella sua interezza è considerata un altro capolavoro di Steve Jackson)
The Gates of Death, Charlie Higson (Inedito).

Non è ancora stato stabilito se e in che ordine vedremo questi libri in italiano come Fighting Fantasy Salani. Dalla casa editrice hanno lasciato intendere chiaramente che se i risultati dei primi libri saranno positivi, l’intenzione di Salani è pubblicare tutti i libri della nuova serie che verranno realizzati dalla Scholastic.

Alcune considerazioni estremamente nerd

Nonostante io collabori con la pubblicazione dei Fighting Fantasy Salani, quanto state per leggere da adesso in poi è frutto unicamente di ragionamenti e supposizioni personali e non avallate da alcuno, fatte espressamente con le migliori intenzioni in qualità di appassionato e cultore della serie.

  1. Come si vede dai primi 12 titoli Scholastic, le ristampe prevedono finora quasi esclusivamente titoli di Steve Jackson e Ian Livingstone, i due fondatori e curatori originali della serie. Il tema principale scelto è quello delle avventure fantasy ambientate su Titano, che comprende 10 titoli su 12 (conosciamo anche la trama di The Gates of Death, ambientato in Allansia). Sospetto che i due unici librogame di ambientazione differente, House of Hell e Appointment with F.E.A.R. siano stati aggiunti per equiparare la presenza numerica dei due autori e delle loro opere (attualmente 5 e mezzo vs 5 e mezzo).

  2. Per gli stessi motivi, la presenza dei librogame ambientati in Allansia e quindi ricorrenti per situazioni, luoghi e personaggi, copre finora 9 titoli su 12, compresi i primi 6 già rilasciati. C’è il concreto sospetto che, a parte i libri della serie Sorcery e i due extra di Steve Jackson, sia l’Allansia il cuore di tutte le avventure della serie e su una certa coerenza di questo continente meraviglioso si baseranno le prossime uscite.

  3. Se quanto detto fosse corretto, seguitemi in questo volo pindarico, i prossimi titoli Scholastic potrebbero essere altri due volumi di Sorcery e Starship Traveller (Steve Jackson) e altri tre classici ambientati in Allansia di Ian Livingstone, da pescare tra i seguenti: Caverns of the Snow WitchTemple of Terror, Trial of Champions e Crypt of the Sorcerer. A quel punto resterebbero alcuni “gran finali” della serie, ma a quel punto il numero dei libri pubblicati penderebbe per Ian Livingstone. A fronte infatti del solo gran finale di SorceryCrown of the Kings“, Livingstone può schierare in campo un’altra mezza dozzina di titoli, tra cui Armies of DeathReturn to Firetop MountainLegend of Zagor.

  4. Attualmente, sui primi 12 libri, ci sono 2 inediti, uno dei quali di Ian Livingstone, l’altro di Charlie Higson, uno scrittore professionista inglese, arruolato e invitato a scrivere un’avventura ambientata in Allansia, la cui trama è grossomodo la seguente: “Tu – l’eroe – dovrai rispondere a un’ennesima richiesta di aiuto da parte della gente di Allansia (il solito Yaztromo? ndr). La tua ricerca nel Tempio dei Miracoli nella Città Invisibile sarà impegnativa e pericolosa, e la tua missione prenderà una svolta ancora più cupa quando ti troverai di fronte alle leggendarie Porte della Morte. Dall’altro lato, infatti, ti attende la Regina delle Tenebre, Ulrakhaar. Per fermarla e salvare Titano dalla distruzione, dovrai avventurarti più lontano di quanto tu non abbia mai fatto… nel Regno dei Morti! Così com’è stato per quell’altro ottimo professionista di Green, Higson secondo me proverà a prendere tanti elementi del franchise e riempire il libro di citazioni e rimandi ai classici originali, ma il rischio è sempre dietro l’angolo per un “novellino” dei librogame al suo primo titolo. Come i primi libri di Green, errori di bilanciamento e un true path esagerato potrebbero ridurre un po’ il piacere di una prosa molto più professionale di quella degli autori originali.

  5. Visto che Caponata Meccanica è un covo anche di giocatori di ruolo, non bisogna dimenticare che Fighting Fantasy ha avuto diverse versioni ruoludiche, ufficiali o meno che siano. Una di esse, Advanced Fighting Fantasy 2a Edizione, è tuttora in pubblicazione in inglese per conto della Arion Games. Che questi nuovi Fighting Fantasy Salani portino anche qualche editore nostrano a tentare la strada del gioco di ruolo della Arion, o forse con una delle sue versioni precedenti? Ricordo a tutti i lettori che esiste già un Quickstart delle regole gratuito e tradotto in italiano, su cui potete gettare uno sguardo oggi stesso!

Questo finora è quanto è possibile sapere e argomentare su questa materia.

Vi ricordo al volo che potete trovare già su Amazon tutti i librogame Fighting Fantasy Salani in preordine e qui su Caponata Meccanica tutto lo scibile umano relativo a Fighting Fantasy.

 

 

 

Pin It

Related Posts

4 Responses to I nuovi Fighting Fantasy Salani – Ecco tutto quello che c’è da sapere!

  1. Ottimo articolo, grazie per le tempestive novità su questa serie!
    Qualcosa si muove, un buon tentativo lo si sta facendo e spero vivamente anche io che la serie possa diffondersi, magari al punto di includere l’interesse anche sul versante GdR.

  2. Nuvole! says:

    Hanno annunciato anche una versione in Francese a cura di Gallimard: https://www.fightingfantasy.com/blog

  3. Yaztromo says:

    C’é anche in prevendita (in Inglese) il prossimo inedito, che sicuramente verrá proposto anche da Salani… 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *