Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015 – Verso l’Avvenire!

by • 06/04/2015 • Consigli per gli acquisti, Dal LibroGame al Gioco di Ruolo, Kata Kumbas, News, Roba mia, Savage Worlds, Tropicana, Ultima ForsanComments (0)1238

10629471_734912646623073_6563581895946816937_o

Arriva l’Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015, in tiratura limitata e speciale per Play: il Festival del Gioco di Modena. Tema di quest’anno: l’Avvenire.

L’Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015 è la pubblicazione speciale e a tiratura limitata realizzata appositamente per Play: Il Festival del Gioco di Modena. Come l’anno scorso, l’Almanacco raccoglie una serie di contenuti speciali già apparsi su riviste, newsletter, fanzine e nella ricchissima pagina dei download di Savage Worlds Italia, assieme a molto altro materiale inedito e riadattato, il tutto in una veste grafica nuova e con i contenuti riveduti e corretti.

Dall’introduzione dell’Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015

L’avvenire

Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015: Le meraviglie del 2000 - 2Nel 1907 Emilio Salgari vede pubblicare Le meraviglie del Duemila, uno dei pochissimi suoi romanzi di fantascienza (o di anticipazione, che dir si voglia). I prodi esploratori del tempo protagonisti della vicenda assumono una dose del “fiore della resurrezione” e vanno in catalessi, risvegliandosi nel 2003.

In questo straordinario futuro anteriore (per noi), i due estasiati e scombussolati viaggiatori del passato vagano attraverso un mondo miracolosamente trasformato, raccontato passo passo in interminabili “spiegoni” dai personaggi che li accompagnano in giro. C’è pochissima azione in questa storia, che appare solo l’occasione di una specie di tour delle meraviglie (il titolo ce lo avrebbe dovuto far capire) durante il quale mostrare macchine che lavorano al posto dell’uomo, apparecchi volanti, navi elettriche, guerre mondiali, marziani, uomini mutati e così via.

Non è certo Salgari il primo al mondo a raccontare l’avvenire, il futuro, i giorni che verranno. Non è stato il primo in Europa e nemmeno in Italia, né di sicuro l’ultimo o il migliore, ma Le meraviglie del Duemila rimane una testimonianza molto chiara di quello che ci si aspetta dalla fantascienza, dall’avvenire: cose strane, nuove, mai viste.

Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015: Le meraviglie del 2000 - 3Cosa ci aspettiamo, oggi, dall’avvenire? Cosa ci raccontano film, fumetti, serie tv, romanzi, racconti e videogiochi di fantascienza?

– La scienza che trasforma la vita, il mondo e la materia, e pian piano diventa magia…

– Gli orizzonti che si spingono sempre più lontano, mentre razzi, astronavi ed esploratori viaggiano fino ai confini del sistema solare, della galassia, del cosmo…

– Gli uomini che mutano, diventano altro, si estinguono e poi continuano ad esistere in qualcos’altro, in un’altra maniera…

– Il tempo che viene percorso e saltato avanti e indietro, con paradossi che producono da sé le cause del proprio generarsi, mentre i viaggiatori del continuum raggiungono l’inizio e la fine dell’eternità…

– La realtà che si piega su se stessa e diviene multiverso, un implesso infinito intersecato da dimensioni parallele, perpendicolari e trasversali…

Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015: Le meraviglie del 2000 - 1E, ogni volta, quei tre puntini di sospensione…
Perché non c’è limite a quello che può succedere, nell’avvenire, ed è sempre possibile andare oltre, e poi ancora oltre…

La capacità dell’avvenire di amplificare l’immaginazione è tanta e tale che il futuro, da tempo, non basta. Oggi le declinazioni più amate della narrativa di anticipazione sono quelle retrofantascientifiche, con lo steampunk a fare da apripista: ucronie calendarizzate nel passato che diventano presenti alternativi prossimi o remoti, imperfetti futuri anteriori in cui la tecnologia avveniristica che muove il mondo è basata sul vapore, sul gasolio, sulle cariche a orologeria o perfino sulla selce, periodi ipotetici rielaborati fino a diventare l’impossibile/plausibile ambientazione di avventure mozzafiato, guerre devastanti, minacce globali e fini del mondo.

E sapete, vero, cosa sono questi?

Mondi Selvaggi.
Mondi Selvaggi ovunque, come se piovessero.
A manciate.
A palate.
A vagoni.
Flotte stellari cariche di Mondi Selvaggi.

Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015: Le meraviglie del 2000 - 4L’avvenire è un firmamento di Mondi Selvaggi. Il vostro avvenire. Il nostro. Anche quello di coloro che ancora non lo sanno, che non se lo aspettano, che non vorrebbero.

Nelle notti stellate dell’avvenire, ognuno di quei diamanti splendenti che vedete in alto, incastonati nel grande drappo nero del cielo, ebbene, ognuno di essi è un Mondo Selvaggio…

E tutto quello che riverbera nei nostri sogni del domani, nelle nostre meraviglie del Duemila, altro non è che una versione immaginifica del nostro oggi.

Perché avvenire, dopotutto, è infinito presente.

Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015 –  Ecco cosa ci troverete dentro:

Crisi sui Mondi Selvaggi, il mega cross-over di Savage Worlds con una campagna inedita che attraversa ben sei Mondi Selvaggi!

Avventure e materiale ufficiale per MERCs, Nemezis, Warage, Freak Control, Beasts & Barbarians, Ultima Forsan, Deadlands.

– L’avventura in solitario Ratti da legare, di Matteo Tolari, vincitrice del concorso La Forgia degli Eroi.

Avventure e materiale per altre ambientazioni: Tropicana e Lagomorpha.

Anticipazioni sulle prossime pubblicazioni di Savage Worlds Italia, e in particolare su Kata Kumbas, MERCs e GreyWorld.

Articoli e suggerimenti per i Game Master.

L’Almanacco dei Mondi Selvaggi 2015 è un volumetto A5 a colori. Prezzo di copertina: 19,95.Disponibile a partire da Play: Festival del Gioco di Modena.

Pin It

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *